SALONE DEL MOBILE 2024

IL NOSTRO STAND

Quest’anno Pointhouse torna al Salone del Mobile con un nuovo spazio più avvolgente e luminoso, dove i colori chiari e tiepidi si fondono armoniosamente con la naturalezza e la luminosità della betulla materica. L'ambiente rivela eleganza e modernità, creando una cornice perfetta per presentare non solo i nostri best-seller ma anche le nuove proposte. L'intero spazio è progettato per evocare un luogo d’incontro e scambio, come nucleo della collettività, creando un effetto di continuità e armonia tra architettura e prodotti esposti.

Al centro dello stand, un imponente ledwall si erge come elemento focalizzante. Su di esso, scorrono i frame della nuova campagna "Beba, comfort that elevates” che racconta storie di persone comuni che trovano il loro spazio perfetto grazie alla nuova collezione Beba. Le immagini dinamiche e i video accattivanti mostrano la versatilità e l'estetica di Beba, contribuendo a comunicare il legame tra il design dei nostri prodotti e il ruolo centrale che essi possono avere negli spazi personali.

I nostri prodotti, che da sempre abbracciano la contemporaneità e l'innovazione, si evolvono quest'anno con una vibrante palette di colori più caldi ed ispirati alla natura. Le nuove tinte rispecchiano l'attenzione crescente per il "naturale", evidenziando la bellezza dei materiali che contribuisce a creare ambienti accoglienti e avvolgenti.

L’angolo “Pointhouse for the planet” è una riflessione sull’importanza di una progettazione consapevole, legata soprattutto alla costante ricerca di Pointhouse verso soluzioni e materiali sempre più sostenibili. Quest’anno il focus è sull’imbottitura delle sedie: grazie all'iniziativa Tata for the Planet abbiamo potuto riconsiderare l'imbottitura anche di tutte le altre nostre sedute che dal 2024 adotteranno un nuovo standard, il poliuretano ecologico.

Novità di quest’anno è invece la volontà di creare un’interazione maggiore con il pubblico, attraverso uno spazio progettato ad hoc per poter coinvolgere il visitatore in un’esperienza che esuli dal mero utilizzo ordinario del prodotto trasferendola invece sul piano emozionale.

I prodotti che potrete osservare saranno molteplici ma una delle alternative più audaci proposte, sarà una versione del tavolo Combo ancora più fresca e contemporanea con piano rotondo. Anche il tavolo Diamante, la cui popolarità ha ispirato l’introduzione di dimensioni aggiuntive, sarà esposto nelle misure maggiorate e nel formato quadrato, garantendo flessibilità e adattabilità allo stile di vita contemporaneo.

Ci trovate all’interno del padiglione 5 – Stand B24. Venite a trovarci!

LE NOVITA'

NEW DIAMANTE

Riproponiamo uno dei nostri best-seller in una nuova versione con struttura e sistema d’allunga completamente in alluminio, montati su cuscinetti a sfera. Pur mantenendo intatta la sua estetica, il nuovo sistema d’allunga a libro è in grado di renderlo ancora più versatile e adattabile agli ambienti grazie al potenziamento delle dimensioni disponibili (fino alla lunghezza di 3 metri) e alla facilità d’estrazione delle allunghe.
La gamma di dimensioni orizzontali, quest’anno si arricchisce anche della versione quadrata 140x140cm, ad integrare maggiormente l’offerta di un prodotto che continua ad essere uno dei più affermati.
Ideato da Arter & Citton nel 2007, grazie alla sua estetica senza tempo e alle sue forme rigorose ma semplici, continua ad essere un complemento versatile e adatto a tutti gli stili d’arredo.

BEBA

La novità che presentiamo al Salone del Mobile 2024 è BEBA una collezione di sedute dallo stile giovane e dinamico: una seduta che cattura l'essenza della freschezza e della vitalità portando con sé una forte connessione con l’ambiente domestico. Spesso tra le mura domestiche si usano appellativi informali ed intimi, BEBA è proprio questo: il diminutivo dialettale di zia Roberta. Un nomignolo veneziano molto utilizzato ed in grado di evocarci l’infanzia, il gioco, l'informalità della famiglia, e di aggiungere forza e calore ad un complemento d’arredo presente nella vita di tutti i giorni e che stimola il nostro desiderio d’accoglienza. Il suo design lineare e contemporaneo si fonde con quello delle "curve arrotondate": uno schienale con una curva tesa all'ingiù per la sedia, con l'intento di mantenere l'essenzialità del prodotto e uno schienale con una curva più evidente ed avvolgente per la poltroncina. La leggera struttura pensata in estrusione di alluminio con una sezione dal disegno personalizzato, consente non solo leggerezza, ma anche la collocazione oltre che negli ambienti interni anche in quelli esterni.
I nostri abituali spazi vissuti come le terrazze, i portici, il giardino, ma anche tutti quegli spazi di ristorazione e del vivere all'esterno. Le proposte di Beba sono molteplici, tutte con giunti in pressofusione che consentono il fissaggio della struttura allo schienale senza viti a vista: la sedia nella doppia versione imbottita e in polipropilene (quest'ultima impilabile) e la poltroncina che può essere collocata nel living o nella cucina della casa ma che può anche vivere autonomamente. BEBA potenzia non solo l'atmosfera domestica con uno spirito giocoso e familiare ma anche lo charme dei luoghi per la ristorazione e dell'attesa. Questa nuova proposta conferma l'impegno di Pointhouse per soluzioni di prodotto versatili, indirizzati nell'ottica di uno stile di vita contemporaneo.

COMBO TONDO E AD ASOLA

La famiglia Combo si amplia! Conservando le distintive gambe a sezione rotonda e i piedini semisferici colorati, il nuovo Combo introduce un adeguamento del piano che diventa circolare, seguendo le ultime tendenze nel campo dell’arredamento.È disponibile nel diametro 130cm con eventuale allunga da 50cm oppure fisso con piano ad asola lungo 200cm. Come i suoi fratelli dal piano rettangolare, le sue forme vanno in perfetto accordo con una delle nostre sedie più amate, la sedia Tata Young, creando una combinazione in grado di adattarsi a molteplici stili e di conferire vitalità all'ambiente circostante. 

POINTHOUSE FOR THE PLANET

Il progetto “Pointhouse for the planet”, nato dalla necessità di riflettere su alcuni concetti per ridefinire la prassi operativa del lavoro futuro, ci ha permesso di pensare ai progetti Pointhouse in un’ottica differente, cioè conferire ad essi una dimensioni più ampia, farli uscire dal mero rapporto forma-funzione-consumo per collocarli in un contesto più vasto. L’obiettivo che ci siamo posti è, oltre ad enunciare buoni proposti verbali, quello di porre in pratica quanto detto e renderlo così operativo e realizzabile. In altre parole, l’intento è quello di incidere concretamente nella realtà di tutti i giorni.

Grazie al nostro impegno, nel 2018 abbiamo avviato il progetto "Tata for the Planet” facendo acquisire alla nostra seduta più iconica nuovi contenuti in termini di economia circolare. La sedia, infatti è stata rielaborata con struttura in alluminio ed acciaio e verniciata a polveri ecologiche certificate. Lo schienale è in legno FSC certificato mentre la seduta, elegante e confortevole è imbottita con tessuto riciclato ottenuto dal recupero degli scarti post-industriali. Il progetto, selezionato da ADI Design Index, è un esempio di analisi, progettazione e produzione efficaci che per noi sono, e saranno sempre, gli elementi fondamentali nella creazione di tutti i prodotti.

Quest’esperienza ha permesso una diffusione più ampia del principio di sostenibilità nei nostri prodotti, consentendoci di rivalutare l’imbottitura anche di tutte le altre nostre sedute. Dal 2024 infatti, scegliendo il poliuretano ecologico per tutte le nostre collezioni, compiamo un altro passo in avanti per rendere il nostro assortimento il più possibile eco-compatibile. Per questo, al Salone abbiamo scelto di esporre diverse sedie senza rivestimento, per permettere di visualizzare chiaramente l'imbottitura ecologica di cui saranno composte.

“Pointhouse for the planet” ha inoltre inciso nell’attività di riconversione industriale per qualificare gli spazi di lavoro ed i flussi produttivi aziendali, oltre ad incentivare una riduzione delle emissioni e di CO2. Oltre alla produzione e al prodotto diventa motore di sviluppo anche il sostegno alle attività culturali e didattiche nel territorio locale e nazionale, esperienze che coinvolgono più attori e che costruiscono importanti relazioni per il futuro.

 

MADE IN ITALY: produzione interna e supporto del distretto industriale

Il nostro impegno nel fare qualità inizia con la produzione interna di ogni singolo complemento. Ogni pezzo è frutto di un processo che fonde tradizione e innovazione, garantendo un'attenzione particolare ai dettagli e una cura nella selezione dei materiali. La nostra produzione interna ci consente di mantenere elevati standard qualitativi e di offrire una gamma diversificata di prodotti, soddisfacendo le esigenze di ogni cliente. Siamo parte integrante del distretto industriale italiano, un tessuto economico e culturale che ha una lunga tradizione nel settore dell'arredamento. Collaboriamo attivamente con le imprese locali, supportando la crescita e lo sviluppo del territorio del Nord-est d’Italia. La sinergia con il distretto industriale non solo ci consente di accedere a risorse e competenze specializzate, ma ci permette anche di contribuire alla promozione del know-how italiano. Scegliendo i prodotti Pointhouse, i clienti possono vivere un'esperienza unica, arricchita dalla bellezza intrinseca del made in Italy.

 

RICERCA & INNOVAZIONE

La ricerca costante ci spinge a esplorare nuove frontiere, ad abbracciare l'innovazione in ogni fase del nostro processo creativo e produttivo. Siamo impegnati a superare i confini tradizionali, ad adottare soluzioni all'avanguardia e a introdurre elementi distintivi che conferiscono un carattere unico a ogni nostro prodotto.

Il connubio fondamentale che esiste tra progetto e materiali è una cosa scontata. Un prodotto non può non considerare la sua fattezza, cioè come deve essere nel suo aspetto fisico e non può non valutare le specificità del materiale per far sì che il prodotto possa nella realizzazione del progetto, esaltarne le potenzialità e il suo valore.

Attraverso la ricerca e l'innovazione, ci proponiamo di offrire non solo complementi d'arredo esteticamente appaganti, quanto manufatti che raccontino una storia di evoluzione e progresso. Il nostro impegno è quello di creare un connubio armonioso tra forma e funzione, soddisfando non solo le aspettative estetiche, ma che anche le esigenze del futuro in termini di durabilità, origine e qualità dei materiali.

Scarica la rassegna stampa.